News

Bagno di folla al Festival Liszt di Albano 2014

DSC_4617

Si è conclusa con una standing ovation la 28° edizione del Festival Liszt di Albano.   La pianista Leonora Armellini considerata tra i giovani talenti  del nostro tempo ha ricevuto dopo la sua altissima esecuzione una interminabile richiesta di bis da parte di un pubblico che ha occupato tutti gli spazi possibili della sala nobile di Palazzo Savelli e delle sale adiacenti.Viva soddisfazione  da parte del sindaco Marini e del direttore artistico Maurizio D’Alessandro che ha espresso nella sua introduzione l’entusiasmo per questo festival  diventato negli anni una eccellenza italiana come sottolineato nella trasmissione dedicata al festival da Radio Classica Milano Finanza.Altissimo lo standard degli artisti che hanno partecipato; raffinati e rari i programmi musicali ascoltati.

Il pubblico notevolmente aumentato durante tutti i concerti del festival, ha sottolineato con la sua  presenza  le ricezione  dei contenuti della manifestazione  volti alla diffusione di vera cultura e quindi fuori da logiche di mero spettacolo.  L’Ambasciata d’Ungheria in Italia e la stessa Accademia d’Ungheria in Roma hanno inviato un messaggio di vivo apprezzamento agli organizzatori e a  tutto il festival.

________________________________________________________________________________________________________

 

 

Festival Liszt Albano - 28° anno

Il programma

 

DOMENICA 26 OTTOBRE ORE 18

Liszt al femminile

TIEN HSIEH, PIANOFORTE

J.S. Bach-F. Busoni:           Prelude and Fugue in D Major, BWV 532

L. van Beethoven-F. Liszt:  An die ferne Geliebte (dal ciclo di lieder Op. 98), S. 469/R.124

(All’amata lontana)

  1. I. Andante espressive. Allegro
  1. II. Poco allegretto.  Allegro assai
  1. III. Allegro assai
  1. IV. Allegro non tanto, con grazia e sentimento
  1. V. Vivace. Adagio
  1. VI. Andante con moto, cantabile.
  2. F. Liszt:                                                Après une lecture du Dante: Fantasia quasi sonata, S. 161, No. 7, "Dante Sonata"

__________________________

J.S. Bach-F.Liszt:                              Organ Prelude and Fugue in A Minor, BWV 543

F. Liszt:                                              Rapsodia ungherese  No. 3 in B-flat major, S.244/3

F. Liszt:                                              Rapsodia ungherese  No. 5 in E minor “Héroide élégiaque”, S.244/5

W.A. Mozart-F.Liszt:                          Réminiscences de Don Juan (after Don Giovanni), S. 418

____________________________________________________________________________________________________________

DOMENICA 9 NOVEMBRE  ORE 18

PIANO LISZT - UN SECOLO DI CINEMA CON FRANZ  LISZT

Documentario

Montaggio e regia di Francesco Leprino e Luigi Verdi

Una produzione: Al Gran Sole-  Conservatorio di Milano

Circa 300 i film che utilizzano la musica di Franz Liszt nella colonna sonora, tra gli albori del cinema e il 2011. Questa documentazione ci permette di avere un quadro esaustivo sulla ricezione della figura e dell’opera di Liszt, uno dei compositori classici più “saccheggiati” dal grande schermo. La fortuna di Liszt ha fatto scaturire, con le più diverse funzioni e nei più disparati contesti, una ridda notevole di situazioni filmiche che vanno dal paradossale al sentimentale, al comico, al funzionale, all’inatteso. Noteremo anzitutto come elementi comuni e nessi di una stessa composizione riescono a stabilire esiti molto differenti, nel loro associarsi all’immagine, in film diversi. In questo senso lo stretto confronto mette in evidenza come la “colonna sonora”, specie quando si tratta di “icone” musicali, condiziona e calamita il senso di una sequenza, trasfigurandola.
I temi lisztiani che appaiono più di frequente come leitmotive caratterizzanti vari personaggi e situazioni costituiscono un corpus d’osservazione molto interessante, come il caso della Rapsodia ungherese n. 2, decisamente il brano più utilizzato, soprattutto nella musica per cartoni animati, in particolare il finale, generalmente legato a situazioni festose se non comiche o grottesche. Il tema di Sogno d’amore n.3 appare in una cinquantina di film, quasi sempre eseguito da un attore-pianista, legato a situazioni romantiche, di struggimento amoroso o durante matrimoni, molto utilizzato agli inizi del cinema sonoro.
Frammenti di Les Préludes appaiono in circa trenta film: il carattere guerresco del finale è utilizzato come leitmotiv in serie di fantascienza o a sottolineare scene eroiche o di guerra. Fra gli altri brani lisztiani molto usati abbiamo il Concerto n. 1, Consolation n. 3, Un Sospiro, Fantasia su temi ungheresi, Mefisto valzer n.1, La campanella. Vi sono poi almeno una decina i film dedicati alla vita di Liszt, a testimonianza della sua popolarità presso il grande pubblico. A questi titoli se ne aggiungono un’altra trentina in cui Liszt appare come personaggio secondario, in film dedicati alla vita di altri compositori, ad esempio Wagner o Chopin.
Da sottolineare il valore aggiunto che scaturisce nel documentario dagli accostamenti, con passaggi repentini e senza soluzione di continuità da una sequenza all’altra, creando anche un ulteriore ipertesto di interpretazioni musicali diverse e di situazione avvicinate per similitudine, contrasto, opposizione. Un montaggio che tende a restituire, in una sorta di compressione spazio temporale, l’atteggiamento di un secolo di cinema verso questo grande compositore e, in fondo, lo spirito rapsodico dello stesso Liszt.

___________________________________________________________________________________________________________

DOMENICA 16  NOVEMBRE  ORE 18

LISZT PIANO DUEL

O dello sfidarsi all' ultima Rapsodia

 

MASSIMILIANO GENOT, PIANOFORTE

ADALBERTO MARIA RIVA, PIANOFORTE

Rapsodia  ungherese n. 1

- Adalberto Maria Riva

Rapsodia ungherese n. 4

- Massimiliano Génot

Rapsodia ungherese n. 7

Rapsodia ungherese n. 6

- Adalberto Maria Riva

Seconda parte

Rapsodia ungherese n. 11

Rapsodia ungherese n. 12

- Massimiliano Génot

Rapsodia ungherese n. 8

Rapsodia ungherese n. 16

- Adalberto Maria Riva

Rapsodia ungherese n. 17

Rapsodia ungherese n. 2

- Massimiliano Génot

 

DOMENICA 23  NOVEMBRE  ORE 18

LISZT IN JAZZ – IMPROVVISAMENTE PER LISZT

STEFANIA TALLINI, PIANOFORTE

Improvvisazioni su temi lisztiani

___________________________________________________________________________________________________________

 

DOMENICA  30 NOVEMBRE  ORE 18

RICHARD WAGNER: UN INASPETTATO CONCERTO PER  COSIMA LISZT

Introduzione di  Claudia Colombati

I SOLISTI DEL FESTIVAL

L.van Beethoven: Settimino op. 20

R.Wagner: Idillio di Sigfrido versione originale per 13 strumenti

Direttore Kazimierz Morski

____________________________________________________________________________________________________________

DOMENICA  7 DICEMBRE  ORE 18

GIUSEPPE ANDALORO, PIANOFORTE

S. Prokofiev

6 pieces from “Romeo and Juliet”, Op.75:

1.   Folk Dance

2.   Scene

3.   Minuet

4.   Young Juliet

5.   Masks

6.   Montagues and Capulets

F. Liszt

Ballata n. 2

 

O. Messiaen

3 Préludes pour piano

1.    La colombe

6.     Cloches d’angoisse et larmes d’adieu

8.     Un relfet dans le vent

__________________ 

S. Rachmaninov 

 3 Preludi

 

I.Stravinsky

Tango

A.Scriabin

Vers la Flamme

 

F. Liszt

Hungarian Rhapsody No.13

____________________________________________________________________________________________________________

LUNEDì 8 DICEMBRE ORE 18

TALENTI DALLA ROYAL ACADEMY OF MUSIC DI LONDRA

QUARTETTO ALAUDA

CRISTINA PRATS COSTA – MILAN BERGINC VIOLINI

RHOSLYN LAWTON VIOLA – ELENA CAPPELLETTI VIOLONCELLO

L. V. Beethoven

Quartetto no. 10 op 74 in Mib Magg

I. Poco adagio — Allegro

II. Adagio ma non troppo

III. Presto

IV. Allegretto con variazioni



F. Mendelssohn

Capriccio per quartetto d'archi op. 81

______________________

B.Bartok

Quartetto d'archi no. 2

Moderato

Allegro molto capriccioso

Lento

_____________________________________________________________________________________________________________

Domenica 21 dicembre 0re 19

Leonora Armellini, pianoforte

C. Debussy

Estampes

F.Liszt

Valle d'Obermann

F. Chopin

Notturno op. 48 n.1

Scherzo n. 2

Sei studi dall'op. 25

Polacca op. 53

Al via da domenica 26 ottobre 2014    il Festival Liszt di Albano che si terrà fino al 21 dicembre. Il prestigioso appuntamento con la musica di Liszt e del grande repertorio romantico. Tutti i concerti si terranno come di consueto  nella Sala di Palazzo Savelli; una sala notoriamente accogliente e dall'acustica. Tanti i musicisti di elevatissimo livello a cominciare dalla grazia e potenza della pianista cinese Tien Hsieh che inaugurerà i concerti. Tra le novità della programmazione il documentario di Francesco Leprino e Luigi Vecchi che lavorando su una imponente filmografia hanno realizzato un documentario dal titolo:  Piano Liszt - un secolo di Liszt al cinema- ricomponendo una drammaturgia dove immagini e musica di Liszt hanno creato un caleidocopico gioco di rimandi e allusioni. Quest'anno si è voluto riproporre il taglio del  del concerto Improvvisamente per Liszt ovvero Liszt in Jazz con la pianista Stefania Tallini. I pianisti Massimiliano Genot e Adalberto Maria Riva saranno gli interpreti dell'integrale delle rapsodie ungheresi di Liszt. Del tutto particolare l'inaspettato concerto che Wagner dedicò alla moglie Cosima Liszt e che qui riproponiamo con lo stesso programma di quella lontana sera del 1870. I Solisti del Festival interpreteranno oltre al Settimnino di Beethoven il celebre Idillio di Sigfrido nella versione originale per tredici strumenti qui diretti da Kazimeirz Morski. Sarà la volta poi dei grandi solisti con il pianista Giuseppe Andaloro e del giovane quartetto d'archi Alauda della Royal Academy of Music di Londra. In chiusura avremo il giovanissimo talento di Leonora Armellini.

Anche quest'anno grazie alle collaborazioni del Comune di Albano della Regione Lazio e di partners che sostengono il festival, i concerti saranno a ingresso libero. Seppure con fatica il Festival Liszt di Albano si pone quindi come unicum anche in questo senso. Una scelta molto sentita vieppìù in questo periodo non facile come sappiamo.

Tutti i concerti si terranno alle ore 18 - Palazzo Savelli Albano - Piazza Costituente 1

Festival Liszt Albano 2103

Concerto di apertura: enorme successo!

Liszt_5

                                                                                       

 

Dopo l’inserimento del Festival Liszt di Albano alle recenti Giornate europee del patrimonio tenutesi a Bologna , il Festival  lisztiano con il conclamato successo del concerto   di apertura di domenica 20 ottobre  ha confermato di essere Festival lisztiano di eccellenza in Italia e come tale ha dato il suo apporto all’Anno Culturale Ungheria –Italia  2013 voluto dal ministero degli Affari Esteri ungherese e dall’Ambasciata di Ungheria.  Visibile la soddisfazione dell’ambasciatore ungherese Janos Balla che ha onorato Albano della sua presenza  e che nella sua introduzione ha ribadito la volontà di dare continuità alla collaborazione al Festival anche per il prossimo anno e per il futuro.  Soddisfatto il direttore artistico Maurizio D’Alessandro  che  ha curato la scelta del programma minuziosamente esposto. E soddisfatto il sindaco Nicola Marini per il quale il festival lisztiano giunto al suo 27° anno,  è orgoglio per Albano;  un evento ormai  ben in vista in Italia e in Europa e sempre atteso  per  essere ormai seguito da un foltissimo pubblico. E tale è stato ancora una volta quello di domenica che occupando tutti gli spazi possibili della sala di Palazzo Savelli e delle sale adiacenti, ha tributato con una standing ovation il suo plauso alla magnifica   interpretazione del talentuoso pianista ungherese Balazs Fulei ritenuto uno dei pianisti più rappresentativi della scuola pianistica ungherese.  Ripetuti i bis! Elogio dell’ambasciatore per  la perfetta organizzazione, per  il livello di partecipazione del pubblico e per l’accoglienza che ha ricevuto conclusasi con un ricevimento offerto dal sindaco.

Liszt_8

Liszt_11

         

 

 

 

 

               

Liszt_18Liszt_28

 

                                                                                                                                                         

                                                                       

«InizioPrec.1234Succ.Fine»
Pagina 2 di 4