News

Palazzo Savelli Albano                                             

Martedì 27 dicembre 2016 ore 18.30

ROBERTO CAPPELLO, PIANOFORTE

MUSICHE DI BEETHOVEN, LISZT

roberto_cappello_1

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì 6 gennaio 2017 ore 18.30

ORCHESTRA DI STATO UCRAINA - HARMONIA NOBILE

DANZE, RAPSODIE E CANTI DELLA TRADIZIONE SLAVA

harmonia_nobile

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 15 gennaio 2017 ORE 18.30

ANNA BULKINA, PIANOFORTE

MUSICHE DI LISZT, RACHMANINOV                   

Anna_Bulkina_copypiccola

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 29 gennaio 2017 ORE 18.30

FranzPeterQuintet

MARCO ALBRIZIO, PIANOFORTE

MUSICHE D MOZART, SCHUBERT, LISZT

marco_albrizio_a

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 12 febbraio 2017 ORE 18.30

GREGORIO NARDI, PIANOFORTE

MUSICHE DI BEETHOVEN, LISZT,MOSCHELES

Gregorio_NardiPICCOLA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lunedì 20 febbraio 2017- ORE 20.30

ORCHESTRA TZIGANA DI BUDAPEST

ANTAL SZALAI, VIOLINO SOLISTA

Szalai_gypsy_band1-PICCOLA001

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INFO E PRENOTAZIONI

DRIN SERVICE - 069364605

Martedì 9 febbraio alle ore 19.50 per la Rubrica Diapason, trasmissione dedicata al Festival Liszt di Albano

con una intervista al direttore artistico Maurizio D'Alessandro

P1240477Si è conclusa con una standing ovation la 29° edizione del Festival Liszt di Albano.   La pianista russa Sofya Gulyak  considerata tra i maggiori interpreti della scena internazionale,  ha ricevuto dopo la sua altissima esecuzione una interminabile richiesta di bis da parte di un pubblico che ha occupato tutti gli spazi possibili della sala nobile di Palazzo Savelli e delle sale adiacenti. Viva soddisfazione  da parte del sindaco Marini che ha ribadito il ruolo centrale del festival lisztiano e del direttore artistico Maurizio D’Alessandro che a conclusione  ha espresso l’entusiasmo per questo festival  diventato negli anni una eccellenza italiana come sottolineato nella trasmissione dedicata al festival da Radio Classica Milano Finanza. D’Alessandro ha altresì riportato i saluti dell’Ambasciata di Ungheria e della stessa Accademia in Roma con la quale verrà potenziato la collaborazione nella prossima edizione del festival.  Altissimo lo standard degli oltre cinquanta artisti tra solisti, ensemble e orchestra che hanno partecipato; raffinati e rari i programmi musicali ascoltati.  Il pubblico notevolmente aumentato durante tutti i concerti del festival,  proveniente anche da fuori regione (oltre duemilacinquecento tra partecipanti e richieste di partecipazione purtroppo non tutte esaudite per ragioni di spazio) ha sottolineato con la sua  presenza  le ricezione  dei contenuti della manifestazione  volti alla diffusione di vera cultura e quindi fuori da logiche di mero spettacolo.

«InizioPrec.1234Succ.Fine»
Pagina 1 di 4